x
 Farmacista

 Medico

 Caregiver

 Altro


  

Emicrania, insonnia e disturbo del sonno

Pubblicato da Mrdedo il 23 September 2013

I ricercatori definiscono insonnia quella difficoltà di alcuni soggetti ad addormentarsi (fase iniziale o di insorgenza del sonno) o a mantenere una stabilità di sonno con conseguente senso di spossatezza al mattino. Questo tipo di insonnia è un elemento comune riscontrato tra gli individui con emicrania cronica. La relazione tra l'insonnia e l'emicrania, fino a qualche anno fa, non era stata presa in considerazione. Presso l'Università di North Carolina (UNC), Chapel Hill, i ricercatori hanno studiato l'associazione intervistando 147 adulti con emicrania. Alla domanda circa le loro abitudini sul sonno, quasi il 80% rispondeva di guardare la TV o di leggere a letto, il 70% dichiarava di essere solito alzarsi nel cuore della notte per andare in bagno, circa il 60% parlava di un regolare pisolino pomeridiano e un po' più del 50% dichiarava di assumere regolarmente pillole per il sonno. È interessante notare che, meno di uno su dieci aveva usato caffeina entro le 8 ore che precedevano il momento del sonno.

I ricercatori hanno portato avanti un esperimento per verificare se migliorando la qualità del sonno si potevano anche migliorare le condizioni degli emicranici. L'esperimento venne condotto su due gruppi ed il follow up diede i risultati sperati: i soggetti che avevano seguito il suggerimento di migliorare la qualità della vita legata soprattutto al sonno, avevano potuto osservare un interessante miglioramento della loro emicrania.

Riportiamo di seguito a titolo informativo i suggerimenti: pianificare le ore di sonno che devono essere almeno 8; niente TV, lettura, musica a letto; utilizzare tecniche di visualizzazione per abbreviare il tempo di addormentamento; mangiare almeno 4 ore prima di coricarsi; bere entro 2 ore prima di coricarsi; no ai sonnellini pomeridiani

Fonte:http://www.achenet.org/resources/sleep_insomnia_and_migraine/